Pubblicato il

MEKERP: COPIA ARTICOLO

La copia dell’articolo consente di creare un nuovo articolo partendo da uno esistente e di copiarne anche il ciclo e la distinta base. Il ciclo e la distinta potranno essere poi modificati con le specificità proprie del nuovo articolo.

Vediamo lo scenario più classico. Creazione di nuovo codice. Selezionate in Anagrafica Articoli il codice di partenza sulla griglia a sinistra. Vi spostate nella tab “Utilità”.

copia_articolo

Nella parte alta compare il nome del mio articlo selezionato. L’articolo che voglio copiare (PARTENZA)

Sotto, scrivo il nome del nuovo articolo che voglio creare (DESTINAZIONE)

Seleziono, oltre all’Anagrafica, se voglio anche ciclo e distinta.

Spingo COPY.

Il programma consente anche di copiare la sola distinta e/o il solo ciclo anche se entrambi gli articoli  (quindi compresa la DESTINAZIONE) esistono già.

Torna all’indice.

Download PDF
Pubblicato il

MEKERP: LISTINO DI PRODUZIONE

Il Mekerp permette di creare oltre ai listini di vendita ed acquisto anche un listino di produzione cioè un listino dedicato al conto lavoro.

Questo listino si trova nell’anagrafica fornitori. Fornitori – Anagrafica Fornitori. Selezionare a sinistra un fornitore e spostarsi a destra nella tab “Listini”. Selezionare “PRODUZIONE”.  Per inserire un nuovo listino spingere il pulsante “Record”.

Listini_pro_01

La procedura di inserimento è molto simile a quella per l’inserimento di listini di vendita od acquisto. Spingere il tasto “+” :

  1. Mettere il codice articolo su cui agisce il listino
  2. Eventualmente selezionare la scalarità. Lasciare 99999 nel caso il prezzo sia lo stesso per qualsiasi quantità in ordine.
  3. Fondamentale : selezionare la fase di lavorazione. Si può selezionare qui una qualsiasi fase tra quelle disponibili in archivio anche se non compare nel ciclo dell’articolo in questione.
  4. Infine il prezzo che poi comparirà sull’ordine di conto lavoro

Quando creerete l’ordine di produzione dall’ordine cliente o direttamente, il programma controllerà l’esistenza della combinazione ARTICOLO – FORNITORE – FASE – QUANTITÀ e scriverà il giusto prezzo.

Torna all’indice.

Download PDF
Pubblicato il

MEKERP: MODIFICA CICLO DI PRODUZIONE

Il ciclo di produzione nasce come una copia del ciclo standard (se esiste).

Il ciclo di produzione può essere creato anche “durante” la produzione, aggiungendo le fasi. Posso aggiungere una fase fintanto che la precedente non è chiusa.

FASI INTERMEDIE

Si possono anche aggiungere fasi intermedie. Le fasi sono cadenzate con una posizione che va di 10 in 10 : la prima fase è la 10, la seconda è la 20, etc. A default, ad ogni aggiunta di fase ci posizioniamo sull’ultima. Posso però forzare il posizionamento con un numero intermedio, per esempio 15, per mettermi in sequenza tra 10 e 20.

ordpro_fase_intermedia_01

Torna all’indice.

Download PDF
Pubblicato il

MEKERP: COSTO STANDARD E QUANTITA’ STANDARD

Il costo standard  è sempre riferito ad una specifica realtà aziendale e per un periodo di tempo stabilito. Il costo standard, in sede previsionale è frutto di una stima verificabile solo a posteriori e/o è determinato sulla base di congetture assunte a priori.

In sede consuntiva invece c’è il costo effettivo, che è il costo analitico esatto e che puo’ cambiare per molteplici motivi durante la produzione.

Dal confronto (differenza) fra costo standard e costo effettivo possono emergere scostamenti più o meno significativi, che vanno sottoposti ad analisi.

Ci sono diversi vantaggi nell’uso del costo standard anziché il costo effettivo:

  • Il costo standard è base per il controllo delle performance. I risultati di unità organizzative, il costo del venduto, le prestazioni di un manager possono essere misurate in confronto con il costo standard
  • il costo standard fornisce un costo mediato a fronte di cambiamenti puntuali nel processo produttivo in materiali, modalità di assemblaggio, mano d’opera.

(Tratto da Wikipedia, l’enciclopedia libera (http://it.wikipedia.org/wiki/Costo_standard))

 

Per ogni articolo è definibile, nel Programma, una Quantità Standard. La quantità standard (a default 1) sarà calcolata per generare un costo ciclo a preventivo. In particolare, in fase di produzione, sono imputabili sull’articolo 4 tipi di tempi. Alcuni di questi tempi hanno una incidenza sui costi che diminuisce con l’aumentare delle quantità.

Ecco quindi l’importanza di definire quale è la quantità standard di un articolo.

Nel programma in una unica schermata è possibile vedere contemporaneamente :

  • Il costo del ciclo a quantità 1
  • Il costo del ciclo alla quantità standard
  • Il costo del ciclo alla quantità n-esima.

opzioni_ciclo

Torna all’indice.

Download PDF
Pubblicato il

MEKERP: PRODUZIONE – UNITA’ DI MISURA DEL TEMPO

Il Mekerp consente la gestione della costruzione del Prodotto, attraverso l’uso di manodopera che imputa il proprio operato usando diverse unità di misura del tempo.

  • Secondi
  • Minuti
  • Ore
  • Giorni

Mentre i secondi e i minuti sono utilizzati spesso nell’industria, la presenza delle “ore” e dei “giorni”, consente al Mekerp di coprire le esigenze delle aziende che si occupano di servizi.

umtempi_001

 

Il Mekerp consente la registrazione di 4 tipi di tempi diversi. Uno legato al costo degli impianti e 3 legati al costo della manodopera. Per ciascuno di questi “tipi”, l’unità di misura temporale viene scelta e definita a livello aziendale ma può essere cambiata.

Le impostazioni di default vengono poi passate alle gestione delle Fasi di Lavorazione. Qui l’unità di misura del tempo può essere a sua volta modificata definendo così delle fasi di lavorazione “particolari” cioè che non seguono la normale registrazione aziendale.

Non è finita. Il singolo prodotto (codice/articolo) può avere una impostazione particolare in sede di definizione del suo ciclo, e un ulteriore caratterizzazione differente per ogni suo ordine di produzione.

Le unità di misura temporali sulle fasi dell’ordine di produzione saranno ancora modificabili fino alla prima imputazione dati.

Il terminale delle rilevazioni tempi gestisce i tempi in minuti.

Il Mekerp può essere “agganciato” ai sistemi hardware di rilevazione della produzione.

Torna all’indice.

Download PDF
Pubblicato il

Mekerp: Ciclo di Lavorazione

Argomenti propedeutici :

  1. Risorse
  2. Gestione centri di lavoro
  3. Gestione fasi di lavorazione

Nella maschera di gestione dei dati dell’articolo (codice) è presente anche la gestione del ciclo di produzione (ciclo di lavoro) cioè la sequenza delle fasi interne o esterne che portano alla creazione del nostro prodotto, sia esso un bene materiale o un servizio.

ciclo.JPG

  • Il dato principale del ciclo è naturalmente la fase (il tipo di operazione che viene fatta sull’oggetto).

  • Ad ogni fase può essere associata anche una risorsa predefinita che può essere interne o esterna (fornitori).

  • Ad ogni fase possono essere associati dei tempi a preventivo (per le risorse interne) o un valore (costo) a preventivo (per le risorse esterne) .

  • Per le risorse interne i nomi dei “tempi” possono essere ridefinite nella configurazione aziendale del programma.

  • Una volta definito il ciclo è possibile visualizzare il costo dell’oggetto al variare delle quantità.

  • Per ogni fase è possibile definire delle note che seguiranno l’oggetto nella sua produzione

  • Per le fasi esterne si può definire il tempo (giorni) necessari ad portare a termine la fase. IL dato è fondamentale se si vuole consentire al programma di “cercare” di pianificare in modo automatico.

    Torna all’indice.

Download PDF